facebooklikebutton.co

Riabilitazione del Pavimento Pelvico

Presupposti, Modalità e Risutati

Incontinenza urinaria, Prolasso genitale di grado moderato, Dispareunia (dolore durante i rapporti sessuali) e Vaginismo, sono condizioni che  possono comparire ed aggravarsi fino a disturbare o alterare la normale vita di relazione della persona colpita. Questi problemi, talvolta molto diffusi, vengono spesso tenuti nascosti e subìti in silenzio per vergogna, pudore o rassegnazione.

Parlarne diventa pertanto il primo passo verso la cura, non foss’altro perchè attraverso l’informazione si può conseguire la conoscenza dei fattori predisponenti, delle situazioni e delle abitudini che pongono un rischio di danno pelvico perineale.

7 donne su 10 riescono poi a risolvere il “problema” attraverso una strategia di riabilitazione dei muscoli del pavimento pelvico che trova nella fisiokinesiterapia (ginnastica pelvica di Kegel) e nell’elettrostimolazione funzionale, gli strumenti per la sua realizzazione.

Questa specifica “ginnastica”, oltre alla cura del disagio perineale, migliora anche la sensibilità vaginale con ripercussioni e risvolti piacevolmente favorevoli ed appaganti nella sfera della sessualità.

FATTORI di RISCHIO COSTITUZIONALI e GENERICI di DANNO PERINEALE

  • Scarsa qualità dei tessuti connettivali (ernia inguinale, vene varicose)
  • Predisposizione genetica (parenti affetti da incontinenza urinaria, prolasso genitale)
  • Incapacità a contrarre volontariamente i muscoli perineali
  • Ipotrofia della muscolatura perineale per il non uso
  • Tosse cronica (asma, allergie, brochite cronica)
  • Lavori e/o Sport faticosi
  • Stipsi
  • Ginnastica addominale senza serrare il perineo
  • Gravidanza e Parto Vaginale
  • Menopausa

SEGNI e SINTOMI che INDICANO UNA DISFUNZIONE del PERINEO

  • Difficoltà o incapacità ad interrompere il mitto (getto urinario)
  • Perdita di urina sotto sforzo (tosse, starnuto, sollevamento di pesi)
  • Insoddisfazione sessuale – Dispareunia
  • Sensazione di pesantezza pelvica
  • Difficoltà a ritenere un assorbente interno
  • Fuoriuscita di acqua dalla vagina dopo un bagno
  • Rumori di aria dalla vagina (durante esercizi ginnici)
  • Difficoltà a trattenere gas intestinali e/o feci
  • Emorroidi
  • Stitichezza

RAZIONALE della STRATEGIA di TUTELA PERINEALE

Pubertà, Fertilità, Gravidanza, Puerperio, Climaterio e Menopausa costituiscono fasi di mutamento biologico di fondamentale importanza nell’arco della vita della donna. In tutte queste fasi il perineo rappresenta pertanto quella parte del corpo dove eventuali sue alterazioni anatomo funzionali si possono ripercuotere sulla sfera genitale, urinaria e sessuale e quindi compromettere la salute femminile nell’ambito psico fisico – emotivo – affettivo – relazionale – sociale e comportamentale.

Gli interventi finalizzati alla tutela perineale saranno quindi di natura informativa, preventiva, educativa ed infine curativa.

MANIFESTAZIONI conseguenti a DANNO PERINEALE

  • Incontinenza Urinaria
  • Vescica Iperattiva
  • Prolasso Genitale
  • Incontinenza fecale
  • Disfunzioni Sessuali
  • Sindromi dolorose perineali

La terapia fisica che tratta i danni perineali viene descritta come riabilitazione della muscolatura del pavimento pelvico (RMPP). La stessa può essere associata o non a terapie adiuvanti come il Biofeedback (BFB) e la Stimolazione Elettrica Funzionale (SEF)

Recent Post
Facebook like box
Login