LA MEDITAZIONE EROTICA: Il Respiro

Mori,( 1394-1481 Cina) poetessa cieca e amante favorita del maestro Zen, fece dell’arte della seduzione lo strumento per indurre il suo uomo alla meditazione erotica.

Attraverso quest’arte si impara a nutrire l’anima e raggiungere la pace dello spirito.

Attraverso la meditazione erotica è possibile trovare la propria sessualità interiore: le tecniche di respirazione, prima di tutte, la dieta, il sonno, i metodi di rilassamento e l’arte della masturbazione, ne sono il metodo.

Rilassamento non significa meditazione, ne è solo l’aspetto più superficiale, i suoi effetti si manifestano con il rilassamento del battito cardiaco, della pressione sanguigna, della temperatura corporea e della diminuzione del livello adrenalinico..

La meditazione erotica serve invece a sciogliere ogni reticenza o disagio sessuale per migliorare la disposizione all’amore e il piacere.

E’ solo attraverso un percorso interiore che  si affinano i sensi amatori e si intensifica la coscienza del corpo, della mente e delle emozioni fino a raggiungerne la percezione totale nell’esperienza sessuale.

Il dominio di questa consapevolezza assoluta porterà ad imparare ad essere ‘nel momento’ in qualsiasi circostanza..prima, durante e dopo.

La gestione delle emozioni e l’incanalamento dell’energia sarà affinata.

Lo scopo della meditazione non è quello di innalzarci al di sopra della fisicità, ma quello di farci conoscere e di farci accettare la totalità del nostro essere, soprattutto il nostro corpo.

Questa consapevolezza ci farà capire come la mente e lo spirito intereagiscono con il corpo nella creazione della nostra bellezza fisica che è unica al di là delle imperfezioni, più o meno reali, che noi stessi percepiamo.

Ricordiamoci che le persone che abbiamo intorno vedono esattamente la manifestazione esteriore del nostro equilibrio con la natura e del nostro amarci profondamente nell’ anima.

Comprendere la propria femminilità e  sensualità come parte della nostra bellezza….questo è il sottile passaggio

Meditare significa riflettere su cio che stiamo facendo o su ciò che vorremmo ardentemente: un meraviglioso fiore, il corpo del nostro uomo, la sabbia tra le mani, il vento nei capelli.

L’amore farà parte di questi pensieri.

Il metodo primo in assoluto per raggiungere l’estasi meditativa è il Respiro: quando si affronta uno sforzo, l’attività corporea comporta l’alterazione del normale ritmo del respiro…durante l’amore il respiro accellera, a volte troppo..

Gli esercizi di respirazione profonda aprono i canali energetici, chi conosce l’arte della rieducazione pelvica e la insegna, sa che i genitali respirano attraverso la Piccola respirazione celeste…una respirazione profonda, che vi permetterà di ascoltare ogni impercettibile movimento rimanendo concentrate, rallentando la tensione del corpo, ossigenerete in maniera più efficace i muscoli.

Le  donne che vengono trattate da me con la FSK, lo scoprono, perchè una tale scoperta, arriva diretta al cuore.

Una respirazione consapevole richiede pratica, la ginnastica ne richiede di più..la respirazione erotica arriva in sequenza naturale.

Inspirate e sentite il ventre, il torace la gola espandersi…espirate il ventre dolcemente si ritrae.

Tutto inizia da qui..

Sessualità ed energia creativa

Dialma Guida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.